gototopgototop

Giorgio Castoldi.. Silvia ci sorprende sempre!!

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

Giorgio Castoldi in esclusiva  ci parla a ruota libera della sua atleta Silvia La Notte

Complimenti Giorgio adesso dobbiamo conferirti il titolo di “Maestro”,

parlarci della tua campionessa Silvia La Notte, che hai abilmente

preparato e condotta alla vittoria di Tokyo.

Intanto grazie dei complimenti,ma vanno fatti soprattutto all'atleta,che credimi mi facilita molto il mio compito,perché è davvero un grande talento..

Come vi siete conosciuti e quando avete cominciato a collaborare

Sono stato contattato da lei direttamente poco più di 2 anni fa,si trovava in una situazione poco felice,combatteva pochissimo e non aveva più stimoli,ma c'era l'invito a Tokio e mi ha chiesto di fare 2 chiacchiere,ed è nato un grande rapporto. Ci conoscevamo già da un po’ e credo ci sia sempre stata una stima reciproca..non so,è come se fosse sempre stato nell'aria....

Silvia La Notte a quei tempi praticava la Savate, è stata una tua idea indirizzarla verso altri stili

No aveva già combattuto nella Kick Boxing e pochissimo nel K-1,ma non aveva più gli automatismi perché si stava dedicando al Pugilato.. Data la proposta di Tokio abbiamo iniziato da subito a lavorare sullo specifico del K-1 dovendo purtroppo snaturalizzare alcune cose della boxe,ma è andata bene direi.. é un'atleta molto eclettica pertanto può spaziare in tutte le discipline,siamo arrivati a fare anche Thai,che personalmente non ho mai praticato ne insegnato,questa la dice lunga..

Tecnicamente quali sono i suoi punti di forza

Direi in primis Velocità ed esplosività.. Queste due caratteristiche l'hanno fatta diventare la più forte di tutte.. Poi sicuramente un insieme di cose:determinazione,voglia di vincere e voglia di stupire, Silvia,come dice il Presidente FIKB-WAKO E. Falsoni è un attrice del Ring,sa di essere guardata e di essere in uno show e vuole stupire il pubblico,il suo angolo e anche se stessa..come dire..è nata per fare questo e oggi lo sa fare bene..

Sottovoce quelli dove deve migliorare

Ma..è molto completa ma non invincibile,nessuno lo è..secondo me deve migliorare a livello mentale l'approccio ad alcuni match,non fraintendetemi,però se il combattimento in questione non la stimola perché l'avversaria magari non è una Campionessa(sia chiaro lei non sottovaluta nessuno nemmeno quando fa sparring)o comunque non è una forte atleta Internazionale,lei rende meno e in questo deve migliorare, ma non perché la sottovaluti,ma se ha di fronte esempio un'atleta che come inizia il match dimostra di essere forte e pericolosa,Silvia si trasforma,si concentra diversamente e l'annulla..è incredibile come il match sia più facile più sono forti le avversarie

Come atleta cosa la differenza dalle sue rivali

Credo di aver risposto sopra.. é una Campionessa vera,dentro e fuori dal ring,si allena con umiltà e con tutti senza mai far pesare il suo valore e i suoi sparring e chi la conosce bene può confermare,poi chi ne parla male è perché non la conosce o è per invidia,ma il nostro mondo ne è pieno.

Tornando alla grande vittoria di Tokio, quali erano i tuoi timori e le certezze prima di partire

Le certezze sono quelle di portare sul ring un'atleta preparata che può affrontare chiunque,i timori potevano essere quelli di tornare a Tokio come l'atleta da battere,quindi poteva essere più difficile,ma nessun grosso timore,la convinzione di far bene a prescindere dal risultato.

Quando hai capito che Little Devil aveva in pugno la vittoria

Difficile da dire,vincendo il primo match,ovvero i quarti di Finale si era liberata di una delle più forti,se non la più forte,la Gracyer Aki,finalista l'anno precedente in un match memorabile finito all'extra round,però era molto acciaccata per i match successivi,ma in semifinale ha fatto un capolavoro con una fortissima Koreana ed in quel momento già alla fine della 2ripresa ho iniziato a pensare alla vittoria Finale,ma me lo sono tenuto per me!

Visto la giovane età della tua atleta quali sono i prossimi obbiettivi

Sicuramente farla combattere,Silvia per mantenere alto il livello,la tensione e gli stimoli ha bisogno di salire sul ring,è un errore fermarla troppo tempo,giusto il recupero,ma poi...SUL RING! Anche se devo ammettere che adesso il nostro obbiettivo potrebbe spostarsi verso la boxe(che non ha mai lasciato)in vista delle Olimpiadi del 2012,è un sogno...ma Silvia ci sorprende sempre..

Per concludere apriamo una piccola polemica, secondo te perché i media non danno il dovuto risalto alle prestazioni dei nostri atleti e in generale agli sport da combattimento

Purtroppo è considerato ancora uno Sport minore,troppa poca tv,niente sponsor o quasi,e chi tenta di promuovere non è sufficientemente supportato,chi invece ha le possibilità lo fa solo per se stesso e non per lo Sport.

Giorgio ti ringraziamo per la tua cortesia e ti strappiamo la promessa di avere una tua personale intervista per il nostro magazine.

Ringrazio voi per la vostra disponibilità..

Giorgio..


AddThis


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Quanti siamo?

Number of visitors Online: 234

Eventi in Discoteca

Newsletter

mail

Ricevi automaticamente le nostre ultime notizie direttamente via mail. Aggiornamenti, eventi, tutto ciò che è importante conoscere direttamente nella tua casella di posta.